Seminario Teatrale Residenziale a Roma

seminario teatrale residenziale romaSeminario Teatrale Residenziale a ROMA

Con pernottamento o anche senza pernottamento

26 luglio - 1 agosto 2020

7 giorni per circa 42 ore di teatro

PENSARE PER AZIONI e avvicinarsi alle tecniche dei grandi Maestri del '900: Stanislavskij, Grotowski, Barba ed applicare nella pratica il METODO delle AZIONI FISICHE .

per aspiranti attori, attori, danzatori, studenti di università ed accademie, animatori ed insegnanti.

il seminario teatrale residenziale a Roma è condotto da Sandro Conte

E' infinitamente creativo, produttivo ed efficace ritrovarsi in un posto in cui l'unico obiettivo della giornata è "Fare Teatro".  Non ho nessun altro pensiero, non devo correre di qua e di là distratto dalla vita di tutti i giorni, devo solo pensare a "Fare Teatro": che meraviglia!


 SEDE del seminario teatrale:

Teatro del Centro Polivalente Parco Schuster, via Ostiense 182/I Roma

guarda la mappa https://www.teatrodinessuno.it/mappe/parco-schuster


Il seminario teatrale residenziale a Roma è aperto a tutti ed è per tutti          -          non è richiesta nessuna esperienza precedente 


Seminario Teatrale residenziale a Roma ISCRIZIONI e COSTI del seminario teatrale residenziale a Roma Seminario Teatrale residenziale a Roma


Il Seminario Teatrale Residenziale a ROMA 

ha come testo di riferimento 2020 su ci realizzeremo una breve performance finale tramite il  Metodo dell Azioni Fisiche

ZIO VANJA di CECHOV 



ZIO VANJA CECHOVZIO VANJA di CECHOV - “Il pubblico vuole che ci siano l’eroe, l’eroina, grandi effetti scenici. Ma nella vita ben raramente ci si spara, ci si impicca, si fanno dichiarazioni d’amore. E ben raramente si dicono cose intelligenti. Per lo più si mangia, si beve, si bighellona, si dicono sciocchezze. Ecco che cosa bisogna far vedere in scena.” (CECHOV)
Tutto questo si ritrova in Zio Vanja, dove i personaggi sopravvivono in una cappa di uggiosa monotonia dalla quale non sembrano poter evadere, e forse neanche lo vogliono. Desiderano una qualche reazione, muoversi, far qualcosa, dar un senso alla propria frustrazione, ma poi tutto torna come prima, come in un perverso gioco dell’oca in cui si è eternamente condannati a ripartire dal Via. Un’unica certezza: nulla cambierà. Zio Vanja è quindi il dramma di quel che potrebbe essere e invece non è, di abbagli, allucinazioni che scese in terra si dissolvono come un fastidioso miraggio. 



ORARI 

PRIMO GIORNO: Primo appuntamento intorno alle ore 13,00, così i non romani avranno la possibilità e il tempo per arrivare tranquillamente a Roma. Inizieremo le attività teatrali. (I non romani che desiderino arrivare a Roma la sera prima ci contattino per accordi)

NEI GIORNI INTERMEDI: Attività teatrali dalle 10,00 alle 15,00 circa.

ULTIMO  GIORNO: inizieremo le attività teatrali un pò più presto al mattino, intorno alle 9,30, così da terminare intorno alle 14-14,30 e  anche i non romani avranno tutto il tempo per rientrare tranquillamente a casa per la sera. 


 
Seminario Teatrale residenziale estivo PER TUTTE LE ALTRE INFO SUL SEMINARIO TEATRALE RESIDENZIALE A ROMASeminario Teatrale residenziale estivo

freccia.png CLICCA SUI MENU' A TENDINA QUI SOTTO freccia.png

faqresidenziali

Seminario Teatrale Residenziale a Roma: A CHI SI RIVOLGE

Il Seminario teatrale residenziale a Roma,

realizzato in base alle nostre esperienze, è una Master Class organizzata in modo che tutti possano partecipare. Sia chi ha esperienza, e dunque desidera appunto una Master Class, ma anche chi non ha nessuna esperienza e desidera avvicinarsi al mondo del teatro tramite un corso qualificato. Ognuno recepirà in funzione della Sua preparazione e tutti si troveranno a proprio agio. Facciamo un esempio: se andiamo a vedere un film in lingua originale tutti parteciperanno alla visione, qualcuno capirà di più e qualcuno meno, ma tutti recepiranno la bontà o meno del film, tutti ne capiranno la trama, tutti avranno ricevuto qualcosa dal film. Così è anche per questo seminario residenziale PENSATO appunto per TUTTI.

Il seminario teatrale residenziale a Roma,

è per tutti gli amanti del teatro, aspiranti attori, insegnanti, studenti di università e accademie, animatori, attori, danzatori.

Il seminario teatrale residenziale a Roma,

si rivolge a tutti coloro che hanno sempre sognato di “fare teatro”, indipendentemente dal livello di preparazione e da specifiche esperienze pregresse nel campo

Non è richiesta nessuna esperienza precedente.

Non ci sono limiti di età e non sono richieste particolari attitudini fisiche.

Questo seminario teatrale residenziale è aperto a tutti ed è per tutti

Seminario Teatrale Residenziale a Roma: CONDUZIONE e SEDE

Seminario teatrale residenziale a Roma

Il seminario è condotto da Sandro Conte , e/o da attori del Teatro di Nessuno 


 

 Sede del seminario teatrale:

Teatro del Centro Polivalente Parco Schuster, via Ostiense 182/I Roma

guarda la mappa https://www.teatrodinessuno.it/mappe/parco-schuster

ATTENZIONE: VIA OSTIENSE 182/I si trova all'interno di un parco, il NAVIGATORE non lo può trovare

 

           

 

 

Seminario teatrale residenziale a Roma: ZIO VANJA di Cechov - PROGRAMMA 26 luglio- 1 agosto 2020

 

Programma del seminario teatrale residenziale a Roma

condotto da Sandro Conte

Il seminario residenziale sarà incentrato sul Metodo delle Azioni Fisiche con cui si lavorerà sul testo previsto per l'anno in corso, su cui realizzeremo una breve performance finale  

con riferimento alle tecniche di lavoro dell’ Odin Teatret di Eugenio Barba

ATTENZIONE:  si consiglia al partecipante di arrivare al Seminario teatrale residenziale a Roma dopo aver letto il testo di lavoro per l'anno in corso. Avendo cura di scegliere uno dei personaggi, quello a cui si sente più vicino, e con la memoria di almeno una battuta dello stesso personaggio. La scelta del Personaggio e della battuta è assolutamente libera e personale.


  • Ore di lavoro: circa 5/6 al giorno 
  • Finalità: Il seminario ha come finalità di introdurre il partecipante al metodo della "azioni fisiche”, elaborato sul finire della sua esperienza da Stanislavskij, poi ripreso da J. Grotowski ed Eugenio Barba e dal suo Odin Teatret. Realizzare una breve performance finale sul testo scelto per quest'anno ( vedi sopra)

Breve Presentazione del Seminario Teatrale residenziale

Stanislavskij, alla fine della sua vita, elabora il metodo delle azioni fisiche: "Dobbiamo ricorrere a compiti fisici, poiché il corpo è incomparabilmente più solido del sentimento".  Metodo delle azioni fisiche poi ripreso e sviluppato da Jerzy Grotowski, da Eugenio Barba e dal suo Odin Teatret.
 
Scriveva J. Grotowski: “…è il corpo che ricorda…”. Quale relazione esiste tra la “memoria emotiva” di Stanislavskij e la tesi di Grotowski? Come si raggiunge una “azione fisica necessaria”, come scrive Eugeno Barba ? 
 
Il seminario introdurrà il partecipante alla “essenzialità” dell’“azione fisica”, alla sua “necessità”. Quali le interazioni tra l’”azione fisica” proposta dall’attore e quella interessante per lo spettacolo, per il regista? 
 

Programma di massima del seminario teatrale residenziale

Nei primi giorni: i partecipanti si troveranno di fronte a stimoli creativi che tenderanno a formare il gruppo, ad indagare le proprie potenzialità e quelle dei compagni tramite semplici e divertenti esercizi di improvvisazione fisica e vocale.

Scopriremo insieme la differenza tra il "movimento" della vita di tutti i giorni e l' "Azione Fisica".

Esploreremo come l' "Azione Fisica", apparentemente astratta, ben si coniuga con la realtà del movimento quotidiano e come modifichi l'emissione vocale al variare dello stimolo iniziale.

Ci divertiremo in un gioco di corpo e gioco di voci. Un viaggio avventuroso e stimolante alla scoperta di un mondo nuovo e spesso inesplorato: la forza espressiva e sorprendentemente creativa che è in ognuno di noi e che il teatro riesce magicamente a far uscire allo scoperto. 
 
Negli ultimi giorni: proveremo a mettere insieme il testo, che conosciamo a memoria, con le “nostre” azioni fisiche, quelle elaborate nei primi giorni.

Scopriremo che ad uno stesso testo corrispondono più “azioni fisiche”, a volte anche in contrasto tra loro.

Sperimenteremo la differenza tra una interpretazione “naturalistica” ed una incentrata sul “Metodo delle Azioni fisiche”.

Sul finire, se ci sarà tempo, proveremo a tracciare un flebile sentiero che ci indirizzi nella direzione dei "Mystery plays" di Jerzy Grotowski: brevi etno drammi, con una struttura ripetibile, rivelazioni di Se che tendono a riscoprire i legami personali con la tradizione.

Nel corso del seminario saranno toccati i seguenti punti:

(I temi sotto indicati sono solo degli esempi e l’elencazione non è conseguenziale, nella realtà tenteremo di “far accadere” più che indirizzare, nel senso che siamo pronti ad adattare il programma a quello che dovesse "accadere" durante il seminario. Dunque non un programma statico, ma dinamico.)

  • Esercizi di rilassamento
  • Studio delle capacità espressive delle singole parti del corpo
  • Tensione e Distensione Muscolare
  • Movimento e "Azioni fisiche"
  • L'improvvisazione 
  • L'Immaginazione
  • Rottura degli automatismi espressivi del corpo e della voce
  • orchestrazione del corpo (segmentazione - dissociazione - coordinazione)
  • Equilibrio e disequilibrio
  • Lavoro sull’animale (elementi)
  • Studio sulle "camminate"
  • Ricerca e studio dei risuonatori vocali
  • Creazione di nuovi linguaggi e di azioni vocali
  • Montaggio delle azioni per la creazione di un training quotidiano
  • Organicità delle azioni e del ritmo
  • Giochi e tecniche per l’improvvisazione fisica e vocale
  • La Via al Personaggio
  • la Partitura fisica (cos'è e come ognuno trova la propria)
  • Orientare il lavoro dell’attore a far succedere invece che a far vedere
  • Come costruire un personaggio
  • Verità Scenica e Finzione
  • "Ci credo, non ci Credo"
  • Attenzione e Concentrazione
  • Memoria Emotiva
  • Costruire una "linea ininterrotta" di azioni ed emozioni
  • Le Partiture Fisiche
  • Testo e Sottotesto
  • Studio di scene e monologhi 
  • Fusione dell'Azione fisica con vari stimoli: musica, colori, parole, associazioni di idee;
  • Montaggio del testo con l'azione fisica;

Alla fine del seminario ogni partecipante avrà "scoperto" la sua propria "Azione Fisica necessaria".

Con piacevole sorpresa verificheremo che un'Azione Fisica iniziale, da astratta, dopo alcuni passaggi e approfondimenti, ora ben si coniuga con l'energia emotiva potenzialmente nascosta nel testo scritto.
 
Nella giornata conclusiva realizzeremo una breve performance finale sul testo scelto per l'anno in corso.

 

Se hai domande o qualcosa non ti è chiaro, CHIAMA o SCRIVI CONTATTI

Seminario Teatrale Residenziale a Roma: ISCRIZIONI - QUOTA DI PARTECIPAZIONE - SISTEMAZIONI e CONSIGLI

Benvenuto

siamo felici che Tu sia interessato ad iscriverti ad uno dei nostri seminari teatrali residenziali a Roma

le ISCRIZIONI sono APERTE  

tramite il modulo che trovi qui

Numero minimo partecipanti 6 - Max 12

Inviare il modulo non è impegnativo, ma solo conoscitivo, ci permetterà un primo contatto e di iniziare a conoscerci, potrai sempre rinunciare

 

Per i seminari teatrali residenziali a Roma utilizzeremo una CASSA COMUNE, in cui tu stesso potrai controllare ogni spesa.


PER IL SEMINARIO DEL 26 LUGLIO - 1 AGOSTO 2019

La cassa comune prevista è di euro 295,00

che comprende:

  • Uso di una sala per le attività teatrali
  • Tessera sociale
  • 5 pasti (un primo o un secondo, bibita, caffè)
  • Rimborso spese per il Teatro di Nessuno

la CASSA COMUNE di 295,00 euro NON COMPRENDE il costo dell'eventuale pernottamento 

Non abbiamo inserito nella Cassa Comune il costo del pernottamento in modo che ogni partecipante possa scegliere il tipo di pernottamento preferito.

Non appena riceveremo la Tua Scheda di iscrizione, Ti invieremo la richiesta di un anticipo sulla Cassa Comune di Euro 35,00 

Il resto della CASSA COMUNE lo verserai direttamente in contanti al seminario.


 


PERNOTTAMENTO

Per l'eventuale PERNOTTAMENTO

Non abbiamo inserito nella Cassa Comune il costo del pernottamento in modo che ogni partecipante possa scegliere  autonomamente il tipo di pernottamento preferito.


CONSIGLI PER IL PERNOTTAMENTO

Chiarendo subito che non abbiamo nessun rapporto con le strutture sotto elencate

http://www.villabenedetta.it/ che ci sembra la struttura più economica

Tel.  +39 06 57069111 – +39 3777052930

fax.  +39 06 57069719

e-mail:  benedettine@villabenedetta.it

...............................................................................

http://www.ladonnagarbata.it/index.asp 

Telefono: +39 3460147715 - +39 3926663107
E-Mail: info@ladonnagarbata.it


 

Tutti i dati immessi nel modulo di iscrizione non saranno per nessun motivo comunicati a terzi.

Seminario Teatrale Residenziale a Roma: STAGE - ABBIGLIAMENTO - GIORNATA TIPO

Seminario Teatrale Residenziale a Roma

LO STAGE

Il Teatro di Nessuno propone il Seminario workshop Teatrale residenziale a Roma, curato da esperti del settore didattico performativo, si articolerà in più giorni di attività intensive, lontano dalle fastidiose ingerenze della quotidianità che limitano la creatività.

Il  Seminario workshop Teatrale residenziale a Roma diverrà il luogo, il tuo luogo, in cui l’apparire, il sembrare e il mostrare della vita di ogni giorno non saranno sufficienti: un luogo in cui, in più, occorrerà essere.

Il training affrontato nella settimana del seminario teatrale residenziale a Roma, sarà incentrato sulle molteplici caratteristiche del testo scelto, attraverso una conoscenza pratica e non intellettualistica dello stesso.

Tramite improvvisazioni vocali e fisiche andremo nella direzione dei grandi maestri del novecento: dalle “azioni fisiche” di Stanislavskij al “mimo corporeo” di Decroux, per arrivare fino ai giorni nostri a maestri quali Jerzy GROTOWSKI ed Eugenio BARBA, consapevoli che: “Non è il teatro che è necessario, ma assolutamente qualcos'altro. Superare le frontiere tra me e te: arrivare ad incontrarti… rinunciare alla paura ed alla vergogna alle quali mi costringono i tuoi occhi appena gli sono accessibile "tutto intiero". Non nascondermi più, essere quello che sono. Almeno qualche minuto, dieci minuti, venti minuti, un'ora. Trovare un luogo dove tale essere in comune sia possibile..."(Grotowski) .

Dunque non un teatro in carta patinata che rifletta una omogenea e consolatoria luce per tutti identica, ma un'esperienza espressiva che sia invece uno sguardo vigile sui passi perduti di una istintiva, mitica, forma di ricerca in cui chi agisce sulla scena parla direttamente al suo cuore che dialoga con quello dello spettatore, come avveniva nel segreto degli antichi Misteri.

ABBIGLIAMENTO

Si dovrà lavorare con abbigliamento comodo adatto anche al lavoro fisico: senza scarpe, con calzini o scarpette da ritmica

GIORNATA TIPO

  • mattino: Training fisico e riscaldamento, lavoro sul corpo attraverso la scoperta delle “azioni fisiche”;
  • pomeriggio: Improvvisazioni sul testo e costruzione delle scene;
  • Fine  incontro intorno alle 15
  • Tutti in libertà con Roma a Tua disposizione: mostre, musei, archeologia, divertimenti