Teatro di Nessuno, laboratorio e seminari di teatro a RomaIl Quaderno di Nessuno: Recensioni teatrali


Archivio: leggi tutte le recensioni

Stanno suonando la nostra canzone - Recensione di Cristiana CITTADINI


Stanno suonando la nostra canzone - Recensione di Cristiana CITTADINI

      
     
Autore Recensione:  Cristiana Cittadini
  

E-mail cristiana.cittadini@virgilio.it

Titolo Spettacolo: Stanno suonando la nostra canzone

“Stanno suonando la nostra canzone” racconta la tempestosa e spassosa storia d’amore di Sonia Walsk e Vernon Ghersh, lei paroliera lui compositore. Lei passionale, tremendamente insicura, incapace di rispettare alcune regola ed infrangere quelle altrui, lui geniale,  terribilmente ansioso, in analisi da una vita.
 
Autore del testo: Neil Simon
 
Città in cui è rappresentato: Roma
Genere: Commedia
Atti: 2
In scena dal...al (date): dal 3 al 22 aprile
 
Elenco principali attori: Giampiero Ingrassia, Simona Samarelli
Regia: Gianluca Guidi


Stanno suonando la nostra canzone - Recensione di Cristiana CITTADINI
 
     

Recensione

 
STANNO SUONANDO LA NOSTRA CANZONE

Un altro capolavoro teatrale approda al Sistina a Roma. La scenografia realizzata con i dischi in vinile già anticipa quello che andremo a vedere, una storia d’amore a tempo di musica con coreografie stile Broadway.

La storia è quella tra un lui, Giampiero Ingrassia, compositore con il suo pianoforte amico inseparabile e una lei, Simona Samarelli, autrice di testi ricchi di poesia, che aspettano di essere accompagnati da note melodiose e pregne di emozioni. La fusione tra i due si sente nell’aria, non solo a livello artistico ma anche a livello sentimentale. Colpi di scena spassosi, incontri fugaci e pieni di passione tra due personalità diverse eppure così uguali, entrambe bizzarre e con tanta voglia di stare insieme, nonostante le avversità e un problema enorme, che sarà il loro tormento perenne.

Giampiero Ingrassia interpreta il suo ruolo, che fu nel 1981 di Gigi Proietti, con grande professionalità. Recita, canta, balla, ride e soprattutto fa ridere. Entusiasmante l’episodio sulla motocicletta, che ci riporta a Broadway nel 1979, quando Stanno suonando la nostra canzone venne messo in scena la prima volta. Luci, colori, musica e canzoni si fondono in un solo momento…incantevole!

Stupefacente Simona Samarelli, definita dal regista stesso, Gianluca Guidi, cantante invidiabile e attrice con senso dell’umorismo. Ed è vero, già quando appare sul palcoscenico all’inizio della commedia conquista  lo spettatore con il suo stravagante modo di fare e con il suo atteggiamento sbarazzino e poi quando canta la sua voce melodiosa riecheggia per l’intera sala del teatro.

Contribuiscono alla totale riuscita dello show sei ballerini, che rappresentano la coscienza dei protagonisti, le diverse personalità, con cui si devono confrontare tutti i giorni. Acrobatici, perfettamente in armonia tra loro e con i protagonisti, nei balletti corali…insomma, da non perdere, per trascorrere una meravigliosa serata, tra risate assicurate e tante sorprese, con la complicità della magia del teatro, dove tutto può succedere e ogni sera lo spettacolo è diverso da quello della sera precedente.