Teatro di Nessuno, laboratorio e seminari di teatro a RomaIl Quaderno di Nessuno: Recensioni teatrali


Archivio: leggi tutte le recensioni

Non c'è due senza te, recensione di Cristiana Cittadini


Non c'è due senza te, recensione di Cristiana Cittadini

      
     
Autore Recensione: Cristiana Cittadini

Curriculum E-mail: cristiana.cittadini@virgilio.it

Titolo Spettacolo: Non c'è due senza te

Breve sinossi: Mariateresa è una scrittrice di romanzi, bigama che, con la scusa dei suoi impegni di lavoro con la casa editrice, trascorre il suo tempo alternativamente con l’uno e con l’altro marito. Una possibile gravidanza in arrivo e l'incontro casuale dei suoi due mariti cambierà le loro vite.

Autore del testo: Toni Fornari

Città in cui è rappresentato: Roma

Genere: Commedia

Atti: 1

In scena dal...al (date): Dal 24 febbraio all' 8 marzo 2015 Elenco principali attori: Matteo Vacca, Claudia Campagnola, Marco Morandi, Carlotta Proietti

Regia: Toni Fornari


Non c'è due senza te, recensione di Cristiana Cittadini      
     
 


Recensione
 
Non c’è due senza te

Dopo il grande successo delle stagioni passate, torna in scena lo spettacolo Non c’è due senza te, al teatro Golden dal 24 febbraio all’8 marzo

Quattro eccezionali giovani attori sono i protagonisti di questa esilarante commedia dalla tematica attuale: la ricerca della felicità di una donna bigama, Mariateresa alias Claudia Campagnola, di due mariti singolari, Giorgio alias Matteo Vacca e Danny alias Marco Morandi e di un’editrice simpaticissima, Sara alias Carlotta Proietti.

Il cast è molto affiatato e questo contribuisce alla perfetta riuscita dello spettacolo, che si svolge nelle due case di Mariateresa. Quella dove vive con il marito Giorgio, professore di matematica, preciso e meticoloso, maniaco delle misure e dell’ordine, molto loquace, a tratti fastidioso e opprimente nei confronti della povera moglie Mariateresa! Naturalmente la loro casa rispecchia la sua scrupolosità e tutto è curato nei minimi particolari, i quadri appesi con esattezza matematica, i libri nella giusta disposizione, anche la loro vita coniugale sembra perfetta, ma non lo è, perché lei ha un altro marito e un’altra casa. Quella del cantautore Danny che, al contrario è caotica, ricca di dischi in vinile appesi alle pareti come capita e piena di contraddizioni, come la sua vita e soprattutto la sua canzone, che non riesce a portare avanti, perché gli manca la musa ispiratrice. Potrebbe essere un figlio la soluzione a tanto disordine?

L’improvvisa maternità di Mariateresa ed il casuale incontro dei suoi due mariti sconvolgerà le loro vite e non solo, anche quella di Sara, editrice e cara amica della protagonista della piece teatrale. Entrambe fondamentalmente insoddisfatte della vita che conducono, Mariateresa dovrà affrontare la sua gravidanza e soprattutto i suoi due mariti, ma inaspettatamente anche Sara si ritroverà con lo stesso problema.

Risate, equivoci, malintesi e tanto divertimento sono gli ingredienti di questa spassosa commedia. Marco Morandi è alle prese con la Sua musica, nella vita e qui a teatro, riesce a conciliare sapientemente i suoi due ruoli e con l’aiuto di Jim Morrison il suo successo è assicurato. Matteo Vacca, attore e regista, che ha iniziato il suo percorso artistico tanti anni fa con Michele La Ginestra, di cui si sente e si vede l’influenza, grazie al suo personale carisma e temperamento scatena l’entusiasmo del pubblico. Claudia Campagnola è la protagonista della storia, intorno a lei ruotano tutti gli altri personaggi, donna determinata e grintosa, calca la scena del palcoscenico con molta sicurezza e la sua mimica è quasi impeccabile. Carlotta Proietti è figlia d’arte e nelle sue vene scorre quel talento, che sta crescendo ed arriverà ad esplodere molto presto, ha dentro di sé un’energia stupefacente ed intrigante, è lei il vero collante della rappresentazione teatrale.

Sicuramente da non perdere, anche perché il finale è veramente strepitoso ed è incredibile come le storie dei vari personaggi  si vanno ad intrecciare e certe situazioni si ribaltano completamente.