Teatro di Nessuno, laboratorio e seminari di teatro a RomaIl Quaderno di Nessuno: Recensioni teatrali


Archivio: leggi tutte le recensioni

Napoletango - Recensione di Cristiana CITTADINI


Napoletango - Recensione di Cristiana CITTADINI

      
     
AutoreRecensione:  Cristiana Cittadini
E-mail: cristiana.cittadini@virgilio.it 
Titolo Spettacolo: Napoletango

Breve sinossi: La famiglia Incoronato viene chiamata a Napoli per cerimonie e feste di paese e la sua specializzazione è il tango.

Autore del testo: Giancarlo Sepe
Città in cui è rappresentato: Roma
Genere: Commedia
Atti: 2
In scena dal...al (date): 14 ottobre - 14 novembre

Elenco principali attori: Cristina Donadio, Dora Romano, Giorgio Pinto, Pablo Moyano, Sergio Di Paola, Luca Trezza, Elena Gigliotti, Nella Tirante, Barbara Folchitto
Regia: Giancarlo Sepe


Napoletango - Recensione di Cristiana CITTADINI

      

 

 
     
Recensione

Musical latino di tango in versione napoletana e spettacolo napoletano di tango…..questo è Napoletango al Teatro Eliseo a Roma, sia l’uno che l’altro. La compagnia, magicamente diretta da Giancarlo Sepe, accoglie il pubblico e lo conduce a teatro, immergendolo in un’atmosfera fatta di milonga e di storie napoletane. Sul palcoscenico gli attori con le loro valigie, piene di cianfrusaglie di ogni genere, allestiscono lo spettacolo, ora per dormire, con letti e comodini improbabili, ora per fare lezioni di tango sulla pedana appositamente costruita. L’emozione è forte e la famiglia Incoronato si prepara per la rappresentazione, dopo aver formato la sua scuola di ballo con personaggi presi dalla strada.
Musica travolgente con un tema originale di Luis Bacalov, vestiti sfavillanti, vivacizzati da quella luce giusta che li rende ancora più brillanti e scenografie in continuo movimento. Gli spettatori sono rapiti da tale meraviglia e a fine spettacolo si fanno trascinare dagli attori, che li invitano a ballare nella sala del teatro.
Se in questo momento il tango dilaga un po’ dappertutto, è impossibile perdersi una rappresentazione dove gli attori sono veri fenomeni in ogni loro gesto, parola e movimento, anche quello più semplice come il mangiare e il camminare.