Teatro di Nessuno, laboratorio e seminari di teatro a RomaIl Quaderno di Nessuno: Recensioni teatrali


Archivio: leggi tutte le recensioni

Evolushow , recensione di Cristiana Cittadini


Evolushow , recensione di Cristiana Cittadini

      
     
Autore Recensione: Cristiana Cittadini

Curriculum E-mail: cristiana.cittadini@virgilio.it

Titolo Spettacolo: EVOLUSHOW

Breve sinossi : Brignano torna al Sistina e racconta millenni di storia, dal paradiso terrestre al digitale terrestre, dalla mela di Adamo alla mela di Jobs, dal fossile al missile.  Ma se nulla si crea e nulla si distrugge, perché al cambio di stagione ci rimane un sacco di roba fuori dall’armadio?

Ecco il senso di questo spettacolo: un viaggio attraverso l’evoluzione, con tante tante risate.

Autore del testo: Enrico Brignano

Città in cui è rappresentato: Roma

Genere: Commedia

Atti: 2

In scena dal...al (date): Dal 27 gennaio al 29 marzo 2015

Elenco principali attori: Enrico Brignano, Marta Negrini, Khimey Farias, Andrea Kato Caterini, Mario Skizzo Maddaluno, Lorella Boccia

Regia: Enrico Brignano


Evolushow , recensione di Cristiana Cittadini      
     
 


Recensione
 
 
Dopo il successo di Rugantino in Italia e a New York, Enrico Brignano torna al teatro Sistina e racconta i nostri tempi con uno spettacolo nuovo, incentrato sull’evoluzione dell’uomo, attraverso la tecnologia.

Evolushow parla di noi, dal paradiso terrestre al digitale terrestre, dalla preistoria ad oggi l’uomo è cambiato, è cresciuto, si è evoluto…ma il progresso e la tecnologia ci hanno migliorato o peggiorato? Due sono le nuove divinità dei tempi moderni: la rapidità e l’immagine. Dobbiamo essere svelti e possibilmente belli: ma cosa c’è al di là dell’apparenza? E dopo che ci siamo affannati a fare tutto velocemente, cosa ne facciamo del tempo libero che rimane? Corriamo, corriamo, ma abbiamo bene chiaro il nostro obiettivo, lo scopo di tutto questo? Queste sono le domande che si pone Brignano e a cui vuole dare una risposta, attraverso il suo one man show. 

Quasi tre ore di risate accompagnano il suo percorso, grazie anche alla presenza di ballerini acrobati, che deliziano il pubblico con la loro abilità e perfezione, con mirabolanti imprese, frutto di tante ore di allenamento e prove estenuanti.

Il trionfo della sua rappresentazione è garantito anche dalla scenografia tecnologicamente avanzata, pannelli che si illuminano e danno vita a fantasmagoriche scene, oggetti che spuntano fuori all’improvviso e interagiscono con il protagonista, coadiuvato da luci suggestive, che regalano allo spettatore quella magia che solo il Teatro può realizzare.

Se la bravura e il successo di Brignano sono indiscutibili, in questo show avrebbe dovuto “sfruttare” al meglio le risorse a sua disposizione, come per esempio il talento di questi ballerini straordinari, che potevano essere presenti in più momenti, perché altrimenti il mattatore può risultare noioso e ripetitivo nei suoi monologhi e questa monotonia andrebbe alternata a scene differenti, per dare maggiore movimento e soprattutto ritmo all’esibizione.

Complessivamente il pubblico è soddisfatto e l’esperimento è riuscito, solo poche modifiche renderebbero Evolushow perfetto e unico nel suo genere.