Teatro di Nessuno, laboratorio e seminari di teatro a RomaIl Quaderno di Nessuno: Recensioni teatrali


Archivio: leggi tutte le recensioni

BILLY ELLIOT, recensione di Cristiana Cittadini


BILLY ELLIOT, recensione di Cristiana Cittadini

 

 

Io sottoscritto
cristiana cittadini

E-mail
cristiana.cittadini@virgilio.it

Vuoi che la Tua mail sia visibile?
Yes

Dichiaro di essere l'autore dello scritto inviato con il presente modulo


Titolo Spettacolo
BILLY ELLIOT

Breve sinossi
La passione per la danza, la tenacia e la fiducia in se stessi sono i cardini di una storia straordinaria, che ha conquistato il cuore del pubblico di ogni età. Billy è un ragazzo che per amore della danza sfida anche l’ottusità di un padre e un fratello che vorrebbero diventasse pugile. A far da sfondo alla sua avventura, che ha nutrito sogni e speranze di intere generazioni di talenti, l’Inghilterra dell’era Thatcher, con le miniere che chiudono e i lavoratori in rivolta, ma anche il mondo della danza, fatto di poesia e di faticose ore di prove.

Autore del testo
Lee Hall

Città in cui è rappresentato
Roma

Genere
Commedia

Atti
2

In scena dal...al (date)
dal 6 al 22 aprile 2018

Elenco principali attori
Tancredi Di Marco, Davide Fabbri, Matteo Valentini, Sabrina Marciano, Eleonora Facchini, Elisabetta Tulli, Luca Biagini, Cristina Noci, Donato Altomare

Regia
Massimo Romeo Piparo


BILLY ELLIOT, recensione di Cristiana Cittadini

 

Torna al teatro Sistina il musical Billy Elliot, dopo lo strepitoso successo di pubblico e critica delle precedenti stagioni.

Il protagonista è un giovane talento, scelto tra gli allievi dell’Accademia Sistina, insieme a lui ci sono tre delle interpreti di Mamma Mia!, altro grande trionfo firmato da Massimo Romeo Piparo. Coreografie e scenografie mozzafiato, tra pedane girevoli e acrobazie dei giovani ballerini dell’Accademia Sistina, che tornano a stupire il pubblico con le loro eccellenze nello stile e nella tecnica teatrale.

La direzione musicale della magnifica orchestra dal vivo è del Maestro Emanuele Friello, che ci delizia con le sue creazioni artistiche e ci accompagna per la durata dell’intera commedia.

Billy Elliot ci lusinga con la sua bravura e fa rabbrividire gli spettatori, pervasi da mille emozioni che riesce a trasmettere con la sua danza, la mimica, la recitazione, intrise di quello stile e quell’insegnamento, che solo l’Accademia Sistina può tramandare ai suoi allievi.

A fare da cornice ci sono altri 30 performer straordinari, coreografati da Roberto Croce, il tutto a rendere questo spettacolo unico e parte integrante della storia del teatro Sistina.